Attraverso gli specchi: le montagne sacre della tradizione daoista

 

Mercoledì 30 gennaio ore 18 

Attraverso gli specchi: le montagne sacre della tradizione daoista

conferenza a cura della Prof.ssa Tiziana Lippiello

Ingresso libero fino ad esurimento posti.


 

Terzo appuntamento del ciclo di conferenze al Museo d'Arte Orientale in collaborazione con l'Istituto Confucio

 

Museo d'Arte Orientale, sala Mazzonis, via San Domenico 11, Torino

 

Durante l’incontro sarà esaminato IL RUOLO DEGLI SPECCHI NELLA

CULTURA DAOISTA partendo da testi più antichi come Zhuangzi fino al
Baopuzi (Il Maestro che abbraccia la semplicità) di Ge Hong (283-343)
e a testi più tardi del Canone daoista. In particolare da queste
fonti emergono due immagini e funzioni dello specchio: innanzitutto LO
SPECCHIO COME IMMAGINE DELL’ANIMO UMANO, simbolicamente inteso anche
come specchio d’acqua; in secondo luogo lo specchio COME STRUMENTO PER
RICONOSCERE LE DIVINITÀ DELLE MONTAGNE, utilizzato anche per la sua
funzione apotropaica. Le due funzioni sono in qualche modo
interconnesse: infatti l’adepto daoista guarda dentro di sé e “dopo
sette giorni e sette notti, una divinità apparirà, maschio o femmina,
giovane o vecchia…”.

TIZIANA LIPPIELLO (Ph.D. presso l’università di Leiden, Paesi Bassi)
è professore di Lingua cinese classica e di storia della filosofia e
religioni della Cina all’Università Ca’ Foscari. È direttore del
Dipartimento di Studi sull’Asia e sull’Africa Mediterranea. La sua
ricerca concerne principalmente il pensiero e le religioni della Cina
classica. Fra le principali pubblicazioni: Auspicious Omens and Miracles
in Ancient China, Monumenta Serica, Sankt Augustin 2001,
Confucio,Dialoghi, Testo a fronte, traduzione e cura di Tiziana
Lippiello, Einaudi, Torino 2003 (ristampa 2006); Il confucianesimo, Il
Mulino, Bologna 2009; La costante pratica del giusto mezzo, Marsilio,
Venezia 2010.
 

 

Video - Le attività culturali

Eventi in evidenza